Si interrompe agli ottavi di finale e ai calci di rigore il cammino dell’Atalanta Primavera nerazzurra nella UEFA Youth League 2019-2020. Un’eliminazione che lascia molto amaro in bocca vittoria e qualificazione sono sfumati nell’ultimo dei quattro minuti di recupero a pochi secondi dal traguardo, prima che i rigori promuovessero il Lione ai quarti di finale dopo il 3-3 dei regolamentari.

La partita si è disputata a porte chiuse sul campo Bearzot del Centro Tecnico Federale di Coverciano e non sono mancati i gol e le emozioni.

Youth League: Atalante-Lione, primo tempo

Dopo un paio di tentativi iniziali di Guth, è Piccoli a sbloccare: assist di Cortinovis e gran destro nell’angolino per il bomber nerazzurro che dedica la sua settima rete nella competizione ad Aldo Valerio, il dirigente del vivaio recentemente scomparso a cui era molto legato. Tra il 29′ e il 30′ è poi due volte decisivo Gelmi a neutralizzare i tentativi di Da Silva e Gouiri. Sull’azione successiva ancora Cortinovis lancia Cambiaghi che batte il portiere francese con un sinistro preciso. Al 33′ il Lione accorcia le distanze con un gran tiro di Gouiri. Prima dell’intervallo (37′) Cambiaghi sfiora la doppietta personale, ma Margueron salva di piede.

Youth League: Atalante-Lione, secondo tempo

Nella ripresa, non passano nemmeno due minuti e il Lione trova il 2-2 con Duku che penetra in area e trova il corridoio giusto per battere Gelmi. Risposta nerazzurra con Cambiaghi che chiama alla respinta in tuffo il portiere francese. Gara equilibrata e ben giocata da entrambe le squadre, ma al 36′ ci pensa ancora Piccoli a rompere l’equilibrio, superando il portiere con un preciso pallonetto di testa sugli sviluppi di una palla inattiva dopo la sponda di Heidenreich. Quando al 45′ Gelmi si oppone anche al tentativo di Cherki, sembra fatta, ma la beffa arriva a pochi secondi dal termine con lo stesso Cherki che trova la deviazione vincente nel cuore dell’area nerazzurra. Si va ai rigori e decide la parata di Margueron su Piccoli. Il Lione avanza, ma gli applausi vanno anche alla nostra Primavera per lo splendido percorso al suo esordio in una competizione internazionale.

ATALANTA-LIONE 3-3 (3-5 d.c.r.)

Reti: 20′ p.t. Piccoli (A), 30′ p.t. Cambiaghi (A), 33′ p.t. Gouiri (L), 2′ s.t. Duku, 36′ s.t. Piccoli (A), 49′ s.t. Cherki (L).
Sequenza rigori: Benaissa (L) gol, Guth (A) gol, Chwrki (L) gol, Brogni (A) gol, Da Silva (L) gol, Piccoli (A) parato, Wissa (L) gol, Ruggeri (A) gol, Gouiri (L) gol.

Atalanta: Gelmi, Ghislandi, Ruggeri, Guth, Okoli, Heidenreich, Traore, Gyabuaa (50′ s.t. Kobacki), Piccoli, Cortinovis (46′ s.t. Finardi), Cambiaghi (50′ s.t. Brogni). A disposizione: Dajcar, Bergonzi, Milani, Sidibe. Allenatore: Massimo Brambilla.

Lione: Margueron, Altikulac (40′ s.t. Barcola), Bard, Diomande, Kalulu, Lukeba (23′ s.t. Gusto), Pontet (34′ s.t. Benaissa), Da Silva, Gouiri, Cherki, Duku (34′ s.t. Wissa). A disposizione: Ousmane, Felix, Bonnet. Allenatore: Eric Hely.

Arbitro: Fran Jovic (CRO).
Assistenti: Hrvoje Radic (CRO) e Luka Pusic (CRO).
IV ufficiale: Riccardo Ros (ITA).

Note: ammoniti Guth (A); Pontet (L)