Dalla gelida notte di Dublino, l’Italia Under 21 esce con un pareggio (0-0) che forse fa più comodo all’Irlanda, che resta in testa alla classifica del girone, dieci punti in quattro partite. Novanta minuti difficili, molto combattuti come del resto era nelle aspettative. Condizionati dall’infortunio di Marchizza, costretto ad abbandonare dopo 22 minuti di gioco e dall’espulsione di Moise Kean.

Italia Under 21: il racconto del match

Solito 4-3-3 per l’Under 21 ma stavolta, con Tonali e Pellegrini al rientro in squadra dopo la parentesi con la Nazionale maggiore, il tecnico azzurro preferisce schierare tra i pali  Carnesecchi al posto di Plizzari e in attacco sulla fascia destra Frattesi al posto di Kean. Quindi l’undici iniziale si presenta con Carnesecchi, in difesa Del Prato, Bastoni, Marchizza, Pellegrini, a centrocampo Locatelli, Tonali, Carraro, in attacco Frattesi, Pinamonti, Scamacca.

Gli Azzurrini partono con il piede giusto e al 16’ vanno vicinissimi al gol con una girata di Pinamonti che sfiora il palo. Col passare dei minuti, però, prende il sopravvento la fisicità dei padroni di casa, che alzano il ritmo mettendo in difficoltà i ragazzi di Nicolato – che nel frattempo sostituisce l’infortunato Marchizza con Adjapong – e al 23’ Ronan con un destro da fuori area chiama in causa Carnesecchi, che si salva con prontezza.

Poche le azioni degne di nota. Al 32’ occasione sui piedi di Frattesi, che sfrutta una ribattuta, ma poi spedisce alto. E al 42’ un brutto fallo di reazione di Ronan ai danni di Tonali,  non punito dall’arbitro tedesco Stegemann.

Ad inizio di ripresa l’Under si presenta in campo con due novità: Cutrone e Kean al posto di Pinamonti e Scamacca. E gli Azzurrini riversano subito in avanti, cercando di sorprendere gli irlandesi. Ci riescono quasi al 56’ con un destro da fuori area di Adjapong, che costringe l’estremo difensore irlandese alla deviazione in angolo. Al 57’ restano in dieci entrambe le squadre per l’espulsione di Kean e di Parrott in seguito all’ennesima “provocazione” fisica.

Nicolato corre ai ripari e manda in campo Sottil al posto di Carraro, per cercare di dare ordine ad una squadra che si difende bene, ma non riesce il varco giusto per assestare il colpo vincente. E che rischia grosso all’81’ quando Carnesecchi salva porta e risultato respingendo d’istinto con i pugni una punizione di Molumby.

L’Italia Under 21 fatica ad uscire, l’Irlanda continua a crescere. Poi arriva il triplice fischio dell’arbitro.

A Yerevan non  ci sarà Sandro Tonali, che domani si aggregherà alla Nazionale maggiore.