Sta per iniziare il Mondiale Under 20 che si giocherà in Polonia tra 23 maggio e 15 giugno prossimo. Le squadre ai nastri di partenza saranno ventiquattro e saranno quattro nazioni Asiatiche, quattro Sudamericane, quattro Africane e quattro Nordamericane. Due saranno le nazioni dall’Oceania e cinque dall’Europa, più la Polonia nazione ospitante.

Nel gruppo A, insieme a Colombia, Tahiti e Senegal ci saranno proprio i padroni di casa della Polonia.

Il gruppo B invece vedrà protagonista l’Italia di Nicolato che affronterà Messico, Giappone ed Ecuador.

Nel gruppo C si contenderanno la qualificazione Honduras, Nuova Zelanda, Uruguay e Norvegia.

Nel gruppo D saranno protagoniste Ucraina, Qatar, Nigeria e Stati Uniti.

La Francia se la vedrà con Panama, Mali e Arabia Saudita nel gruppo E.

A chiudere i gironi il gruppo F con Portogallo, Corea del Sud, Argentina e Sudafrica.

Mondiale Under 20, analisi delle migliori formazioni

In cima all’albo d’oro fra le partecipanti al torneo c’è l’Argentina. L’Albiceleste può vantare giocatori abbastanza affermati come Almendra e Maroni, talenti del Boca Juniors che fanno paura. Altra grande squadra che potrà arrivare fino in fondo alla competizione sarà il Portogallo. Con giocatori del calibro di Fernandes del Benfica e Trincao del Braga, bisognerà sicuramente fare attenzione ai lusitani. Come al solito attenzione anche alla Francia che, come spesso negli ultimi anni, domina nei campionati giovanili grazie ad un ricambio generazionale continuo. Le altre formazioni che potrebbero essere delle sorprese sono l’Italia, gli Stati Uniti e la Norvegia, farcite di tanto talento ed esperienza.

Piccola parentesi va aperta per menzionare le grandi assenti dalla competizione. Sicuramente a fare più clamore è l’assenza dell’Inghilterra campione in carica nel 2017 in Sud Corea. Oltre agli inglesi saranno assenti altri dieci titoli mondiali divisi fra Brasile, Serbia, Spagna, Germania e Ghana.

Mondiale Under 20, il regolamento del torneo

Dopo la i gironi si avanzerà nella fase a eliminazione diretta. Si qualificheranno agli ottavi le prime due classificate di ogni gruppo e le quattro migliori terze. I criteri di ordinamento della classifica saranno:

  • punti ottenuti nel girone;
  • differenza reti generale;
  • maggior numero di gol segnati nel girone.

 

In caso non fosse possibile stabilire una graduatoria con i precedenti criteri (per due o più squadre a pari punti, differenza reti e gol fatti) verranno presi in considerazione:

  • maggior numero di punti ottenuti negli scontri diretti;
  • miglior differenza reti negli scontri diretti;
  • maggior numero di gol segnati negli scontri diretti;
  • condotta (-1 punto per ogni ammonizione, -3 punti per ogni espulsione frutto di doppia ammonizione, -4 punti per ogni espulsione diretta, -5 punti per ogni ammonizione seguita da un’espulsione diretta);
  • sorteggio.

 

Per quanto riguarda invece il calcolo delle quattro migliori terze, i criteri saranno, in ordine:

  • numero di punti fatti nel proprio girone;
  • differenza reti nel proprio girone;
  • gol segnati nel proprio girone;
  • condotta;
  • sorteggio.

Saranno presenti, come ormai di consueto, Goal-Line Technology, VAR, eventuale quarta sostituzione in caso di tempi supplementari nella fase a eliminazione diretta e cooling break in caso di alte temperature.

 

Le città della Polonia che ospiteranno le gare del torneo

La Polonia ha vinto lo scontro diretto con l‘India per la candidatura ad organizzare il Mondiale Under 20. Saranno sei le città, con sei differenti impianti, ad ospitate le gare che si svolgeranno dal 23 maggio al 15 giugno. La partita innaugurale si giocherà a Lublino, nell’omonimo stadio Arena Lublin da 15.500 posti; poi i padri i di casa esoediranno a Lodz, allo Stadion im Ludwika Sobolewskiego da 18.008 posti, che sarà anche teatro della finale del 15 giugno. L’Italia esordirà a Gdynia, nel nord del paese, allo Stadion GOSiR con 15.139 posti. Le altre due sfide degli Azzurrini verranno giocate invece a Bydgoszcz, allo Stadion im Zdzisława Krzyszkowiaka che è il più capiente del torneo con 20.247 posti. Il Portogallo esordirà invece a Bielsko-Biała, allo stadio Stadion Miejski da 15.076 posti. L’Uruguay invece esordirà nell’ultimo impianto a Tychy allo Stadion Miejski w Tychach da 15.600 posti.