Il Mondiale Under 20 per l’Italia si conclude con il quarto posto: decide la rete di Mina per l’Ecuador nel primo tempo supplementare. Gli azzurri, con questa sconfitta, non riescono ad eguagliare quanto fatto nel 2017 dove era arrivato il terzo posto nel Mondiale disputato in Corea del Sud.

MONDIALE UNDER 20, ITALIA-ECUADOR: PRIMO TEMPO

La prima occasione del match è in favore dell’Ecuador con Plata che, dalla destra, si accentra e scarica un sinistro potente rasoterra dalla distanza: Carnesecchi si distende e blocca un tiro particolarmente insidioso. La reazione azzurra arriva al 13esimo con un’incursione di Del Prato che arriva al limite, ma calcia altissimo con il destro. La squadra di Celico è molto pericolosa in ripartenza e dimostra di avere ottime qualità tecniche: l’Italia, però, ribatte colpo su colpo dando vita ad una partita intensa e vivace. Al minuto 20, Alberico, liberato da Ranieri, lascia partire un destro appena fuori dall’area di rigore che si spegne di poco alto sopra la traversa. Il match rimane molto vivo per tutta la durata del primo tempo, ma le occasioni stentano ad arrivare e i primi 45 minuti si concludono sul risultato di 0-0.

MONDIALE UNDER 20, ITALIA-ECUADOR: SECONDO TEMPO

L’Ecuador inizia la ripresa con un atteggiamento molto propositivo e costringe l’Italia a difendere nella propria metà campo. Dopo una serie di conclusioni imprecise della squadra sudamericana, Campana, complice il tocco decisivo di Carnesecchi, colpisce in pieno il palo con un sinistro ad incrociare dai 25 metri. Poco dopo, anche Cifuentes sfiora la rete con una girata dall’interno dell’area che termina non di molto alta sopra la traversa. Al 70esimo, è ancora Campana a rendersi pericoloso con una conclusione di controbalzo che non inquadra lo specchio della porta. L’Italia non riesce più a ripartire e la pressione dell’Ecuador si fa sempre più insistente: al minuto 77, grande giocata di Rezabala che disegna un sinistro a giro dal limite che si spegne non lontano dal palo alla sinistra di Carnesecchi. Gli azzurri tornano a farsi vedere in zona offensiva all’80esimo: sinistro in diagonale di Colpani, palla fuori di un soffio. La squadra di Nicolato prende coraggio negli ultimi dieci minuti, ma il risultato non cambia: 0-0 e tempi supplementari.

MONDIALE UNDER 20, ITALIA-ECUADOR: TEMPI SUPPLEMENTARI

Dopo tre minuti, dall’inizio dei supplementari, l’Italia ha una grandissima occasione per passare in vantaggio. Oliveri si conquista un calcio di rigore per un fallo di Quintero: lo stesso numero 18 si incarica della battuta, ma viene ipnotizzato da Ramirez che intuisce e respinge la sfera. Poco dopo, Oliveri rischia il cartellino rosso per un pestone a palla lontana: l’arbitro va al VAR e opta giustamente per il cartellino giallo. Al minuto 104, si sblocca il match in favore dell’Ecuador: calcio di punizione dalla sinistra, Campana prolunga di testa e Mina, sul secondo palo, impatta con il destro di prima intenzione battendo Carnesecchi. Nel secondo tempo, gli azzurri premono nel tentativo di trovare la rete del pari, ma è la squadra di Celico a rendersi pericolosa con un destro da fuori area di Quintero bloccato da Carnesecchi. L’Italia non molla, ci crede fino alla fine, e l’opportunità del pareggio capita su piedi di Ranieri che controlla con il petto, ma incrocia a lato con il sinistro dal centro dell’area. L’Ecuador, grazie alla rete di Mina, chiude il suo Mondiale Under 20 al terzo posto: azzurri quarti.

MONDIALE UNDER 20, IL TABELLINO DI ITALIA-ECUADOR

Marcatori: 104′ Mina (E)

Italia: Carnesecchi; Gabbia, Del Prato, Ranieri; Candela, Bettella, Esposito (62′ Colpani), Alberico, Tripaldelli (82′ Pellegrini), Capone, Gori (62′ Olivieri). A disposizione: Plizzari, Loria, Buongiorno, Frattesi, Scamacca, Bellanova. Allenatore: Nicolato

Ecuador: Ramirez; Espinoza (61′ Mina), Porozo, Vallecilla, Palacios; Cifuentes, Alcivar (112′ Loor); Plata, Rezabala (83′ Quintero), Alvarado (118′ Castillo); Campana. A disposizione: Bellolio, Lara, Estupinan, Arce, Segura. Allenatore: Celico

Ammoniti: 20′ Candela (I), 43′ Vallecilla (E), 88′ Capone (I), 88′ Quintero (E), 95′ Plata (E), 99′ Olivieri (I), 103′ Gabbia (I)