Sta acquisendo sempre più minuti e spazio nel centrocampo dell’Arzignano Valchiampo. Parliano ovviamente di Marco Hoxha, il giovane mediano di scuola gialloceleste che sta diventando uno di quegli elementi su cui mister Daniele Di Donato sta riponendo maggiore fiducia. Con il gioiellino di casa arzignanese, già nel giro della Nazionale Under 21 dell’Albania, abbiamo analizzato il ko col Campodarsego, e puntato il mirino sulla sfida di mercoledì a Belluno.

Marco Hoxha, sabato l’Arzignano ha giocato in casa il big match col Campodarsego, perdendo per 2-1. Che partita è stata, che valutazioni ti senti di fare sulla prestazione della squadra?

“Sapevamo di affrontare una partita difficile da prendere con le pinze, siamo stati bravi ad approcciare bene la gara, poi una disattenzione della squadra ha aiutato nel vantaggio del Campodarsego. Nella ripresa siamo partiti con l’intenzione di ribaltarla ma purtroppo non è andata come ci aspettavamo tutti. Sfortunati anche nel finale”.

Ko dopo sette risultati utili di fila. Come valuti il momento della squadra?

“La squadra sta bene fisicamente e mentalmente, questa sconfitta non deve rovinare quello che stiamo costruendo tutti insieme”.

A livello personale come giudichi il tuo inizio di stagione?

“Reputo il mio inizio di stagione positivo, ma ancora non basta. Cerco di mettermi sempre a disposizione della squadra e dare il massimo ad ogni partita”.

Nel prossimo turno sarete impegnati in trasferta a Belluno. Che partita dobbiamo aspettarci e quale dovrà essere lo spirito da vedere in campo?

“Sappiamo bene com’è finita la partita dell’anno scorso, squadra rognosa in un campo difficile. Sarà importante vincere per tornare in alto. Ci vorrà molta attenzione e voglia di portarci a casa qualcosa di importante”.