Che Pedro Neto sia davvero un ottimo prospetto calcistico è sotto gli occhi di tutti quanti. Un giocatore in grado di trascinare con se la sua squadra, prenderla per mano e portarla a grandi prestazioni, sia in ambito nazionale che internazionale.

Pedro Neto: la carriera

Portoghese, nato Viano do Castelo, una piccola regione a Nord del Portogallo con meno di 90.000 abitanti, Pedro Neto inizia la sua carriera professionistica proprio nella squadra della sua regione di appartenenza la SC Vianense, dove resterà per il biennio tra il 2008 e 2010. Successivamente saranno ben 3 le squadre con le quali il portoghese si accaserà: Perspectiva em Jogo AD, giocando tra il 2010 e il 2013, il Braga nel biennio 2013-2015 e il Palmeiras nella stagione 2015-2016. E’ nella campagna acquisti del 2017 che arriverà la sua prima opportunità di affacciarsi nel calcio che conta.

Pedro Neto: l’arrivo in Serie A

La Lazio di Claudio Lotito, infatti nota le prestazioni del talento portoghese che se ne interessa prelevandolo per una cifra insolita di soli 250.000€, insolita si per il valore che l’attaccante acquisterà poi nel corso di poco tempo. Il suo rendimento nella squadra biancoceleste seppur con poche presenze porterà il club ad esercitare il riscatto pattuito, esercitando però un nuovo prestito del giocatore in terra londinese in casa Wolverhampton.

Pedreo Neto: trampolino di lancio Premier League

Il tecnico  dei Wolves, Nuno Espirito Santo vede in lui un ottimo talento, tanto da affidargli ruoli e responsabilità non da poco, e il portoghese non fallirà i suoi appuntamenti importanti. Che sia in Premier o in Europa League, considerato come pedina quasi inamovibile ha collezionato finora 35 presenze con 4 goal all’attivo e 4 assist andati a segno. Il trampolino di lancio per il giovane portoghese è già pronto per la consacrazione definitiva ora bisognerà confermare tutto ciò che di buono ha fatto finora.