di Lorenzo Petrucci (promessedelcalcio.blogspot.com)

William Bianda è uno dei volti nuovi della Roma Primavera 2018/19. Arrivato in estate dal Lens, il giovane difensore 18enne è considerato da molti come una delle prossime stelle del panorama calcistico francese ed europeo. Il Direttore Sportivo Monchi teneva d’occhio il calciatore da diverso tempo e portato in giallorosso un giovane talento su cui avevano messo gli occhi diversi top club europei.

Nato nel 2000 a Surenses (un borgo poco distante da Parigi), anno dopo anno ha bruciato le tappe, passando nel 2014 dai Red Star al settore giovanile del Lens e debuttando in Prima squadra ancora minorenne l’8 dicembre del 2017 nel pareggio esterno contro il Paris FC in Ligue 2.


Sul difensore centrale, in patria, i paragoni si sprecano.Per qualità difensive e fisiche ricorda Umtiti e Varane ed oggi è uno dei punti fermi della Nazionale U18 transalpina. Dotato anche di buona velocità e attenzione, predilige il gioco col piede sinistro, ma senza disprezzare la giocata di destro, esibendo anche una spiccata dote nella lettura della manovra e nel palleggio.


Bianda possiede un fisico già imponente per la sua età – 185 cm per 82 kg – non soffre i duelli fisici anche con calciatori più grandi di lui, anzi in alcuni casi sembra cercare lo scontro fisico (forte della propria prestanza), mostrando una già formata personalità come quando, in una recente intervista, confessa di sognare un giorno la sua partecipazione ad un Mondiale, per le fortune di Francia e Roma.

Nella Roma ha svolto tutto il ritiro estivo con la Prima squadra e ora sta facendo la spola con la Primavera dovendosi adattare ancora a un calcio diverso ma presto, quando avrà preso confidenza col calcio italiano, sarà sicuramente pronto a scalare posizioni.