di Marco Fanuli promessedelcalcio.blogspot.com

Luis Nazário da Lima Ronaldo ha chiuso in prima persona il passaggio del 19enne attaccante ecuadoriano Stiven Plaza al Real Valladolid, società che vede proprio l’ex asso brasiliano alla presidenza.

Plaza è stato uno dei pilastri della squadra ecuadoriana alla COPA CONMEBOL Libertadores Sub 20 del 2018. Proprio durante questo torneo, ha catturato l’attenzione dello stesso Ronaldo (oltre ad una manciata di club europei). Il vero interesse per il giocatore è decollato nel mese di febbraio 2018. Stiven Plaza è stato tra i ragazzi più in mostra del torneo, con ben 7 gol in 5 partite. In quella vetrina ha catturato l’attenzione di non pochi scouts di club europei e per la prima volta il Fenomeno ha notato dal vivo la velocità e l’abilità nel dribbling di Plaza. Una striscia di partite che lo hanno portato in Prima squadra nell’Independiente del Valle (società ecuadoriana con sede a Sangolquì), dove ha continuato il suo periodo d’oro, segnando 8 gol in 7 partite.

I contatti da quel giorno si sono intensificati e diverse sono state le conversazioni per convincere il giocatore che il suo futuro sarebbe stato in Liga al Valladolid. Il proprietario del club, Franklin Tello Ñuñez, ha chiamato il giocatore per comunicarglielo. C’erano stati interessamenti dall’Italia, Francia e Portogallo, ma poi è stata la presenza nella trattativa di Ronaldo ha convincere la società e il giocatore ad accettare l’offerta.

A 19 anni e senza alcuna esperienza lontana dall’Ecuador, Stiven Plaza avrà bisogno di un periodo di adattamento. L’astinenza da gol del Valladolid in questa stagione, potrebbe rappresentare una manna dal cielo per la squadra di Sergio González. Troppe aspettative sul ragazzo? Ma se lo stesso Ronaldo ha visto in Plaza un giocatore dal grande potenziale, qualcosa di vero ci sarà. Ma cos’ha di così speciale il giocatore nativo di Eloy Alfaro?

Chi lo ha conosciuto da vicino, lo descrive come un giocatore veloce e abile nel dribbling, spesso decisivo in area di rigore. Quest’ultima sua caratteristica ha spinto Ismael Rescalvo, suo allenatore nell’Indipendiente, a schierarlo come unica punta al centro dell’attacco. È stato testato per la prima volta in un’amichevole contro l’Ecuador U17 e la sua risposta non ha lasciato dubbi, nonostante lo stesso Plaza dichiari di preferire giocare partendo da sinistra, dove puntare l’uomo creando più soluzioni offensive.

“Ha il potenziale per andare lontano”, ha dichiarato Juan Carlos León, suo ex allenatore nelle giovanili dell’Indipendiente, convinto che anche in Spagna le qualità di Plaza saranno presto svelate. Ronaldo e tutto l’ambiente del Valladolid ne sono certi.