di Gianmarco Ferraro

Si sono disputate le Semifinali d’andata del Campionato Under 16 Serie C.  Nelle gare odierne il Novara ha vinto 5 a 0 sul Monza e invece il Vicenza 3 a 1 contro l’Imolese . Fra sette giorni appuntamento per le gare di ritorno.

Ecco i racconti dei match.

MONZA-NOVARA 0-5

Alla fine di questi 90 minuti il Novara segna 5 reti ipotecando la Finale Scudetto del 23 giugno. Novara in vantaggio già all’8º minuto. L’arbitro assegna un angolo, palla in area brianzola, colpo di testa del n.9 Pinotti che beffa Consiglio da due passi. Il Monza però fa di tutto per cercare il pareggio creando varie azioni insidiose ma, a 5 minuti dalla fine del primo tempo Bombino realizza una punizione da posizione defilata,  spiazzando il portiere. Si va negli spogliatoi con il risultato di 0-2. Nella seconda frazione di gioco il Monza parte molto motivato creando varie azioni senza però trovare mai la via della rete. Al 53º però Bombino con un tocco beffardo spiazza Consiglio e realizza il 3-0 . Dopo 4 minuti Bobino batte uno splendido calcio d’angolo che arriva sui piedi di Pellegrini che deve solo metterla in rete e segna il 4-0. Dopo 2 minuti Repetto realizza il 5-0 e porta il Novara ipoteticamente in Finale.

VICENZA-IMOLESE 3-1

Al “Comunale” il match termina 3-1 per il Vicenza. Fra sette giorni in Romagna si giocherà  il match di ritorno, dove all’Imolese tocca fare qualcosa in più se vuole conquistare il pass per la Finale di Domenica 23 giugno, il Vicenza invece, non deve abbassare la guardia, per conservare il risultato.

Match ricco di azioni, al 27º minuto il Vicenza passa in vantaggio con Ongaro che spiazza Manetti. Cinque minuti più tardi, Fabbian colpisce il palo. Allo scadere del primo tempo arriva il pareggio dell’Imolese: Guidi di testa dal limite dell’area scavalca Basso dopo una respinta corta della difesa vicentina. Si va negli spogliatoi con il punteggio di 1-1. Nella ripresa il Vicenza trova subito il vantaggio con Prosdonimi che con il sinistro fulmina Manetti. Al 74′ tris del Vicenza: Grancara  da due passi insacca alle spalle di Manetti.