Qualcuno ci è riuscito a 18, qualcun altro a 20. Jacopo Segre invece per il debutto in Serie A ha dovuto aspettare i 23 anni. La mezzala classe 1997 ha ottenuto il suo primo gettone nel massimo campionato italiano scendendo in campo ieri pomeriggio, nella gara interna contro l’Atalanta. Un momento che l’ex Chievo Verona ha voluto celebrare sui social, con un lungo post.

“Ci pensavo spesso.

Quando prendevo i pulmini per andare a scuola, quando poi di corsa andavo agli allenamenti, quando il mio papà mi portava ovunque alle partite, accompagnandomi ed assecondandomi, sempre e comunque, e poi ancora quando studiavo nei ritagli di tempo per portare avanti tutto, facendo i miei piccoli grandi sacrifici come ogni ragazzo che ha quel sogno, superando anche una situazione legata alla mia famiglia e alla mia mamma che mi ha dato ancora più forza.

Quando il mio cammino da professionista partì sottovoce, quattro anni fa da Piacenza, dalla Serie C, dai primi mesi senza giocare e da undici presenze nella prima stagione.

Quando mi dicevo comunque di non mollare mai e di insistere, di guardare sempre avanti, di continuare dritto sulla mia strada perché quella era la mia strada.

Ci pensavo. “Un giorno vorrei arrivare ad esordire in Serie A. Magari, chissà, proprio con la maglia della mia squadra del cuore, il Toro”.

Era un sogno, era un obiettivo, diventato ora realtà. Un nuovo punto di partenza.

Sempre continuando sulla mia strada, con la forza di non mollare”, ha scritto Segre su Instagram.