Un’intera squadra di calcio giovanile della Thailandia è rimasta intrappolata da cinque giorni all’interno della grotta di Tham Luang Nang Non, nel nord della Thailandia, dove si trovava per un’escursione. Il gruppo era composto da 12 ragazzi tra gli 11/15 anni più l’allenatore di 25: la squadra è dispersa e l’aiuto dei sommozzatori della Marina non ha portato risultati. I ragazzi si ritrovano senza cibo in un ambiente umido e allagato, a causa di violente piogge monsoniche che si sono abbattute nell’ultimo periodo nel Paese. Piogge che stanno allargando il torrente sotterraneo che così impedisce ai sommozzatori di proseguire nel tragitto.

I DETTAGLI

Secondo quanto riportato dai media thailandesi, l’equipe avrebbe deciso di fare un’escursione dopo una partita. I ragazzi e il loro allenatore si sarebbero avventurati nella grotta, – nota località turistica –  il cui accesso è però proibito in questo periodo dell’anno per le condizioni climatiche proibitive. Il Paese è in allerta e le forze speciali al lavoro sono aumentate sempre più ma trapela pessimismo perché il tempo passa e le speranze di vedere vivi i giovani ragazzi si riducono ora dopo ora. Nel Paese intanto cresce l’angoscia per il destino dei ragazzi, con le famiglie che sono arrivate sul posto e i media del Paese che seguono col fiato sospeso le operazioni di soccorso, sotto lo slogan “Riportiamoli a casa”.