Il Milan in questo periodo di quarantena sta comunque portando avanti il lavoro che inevitabilmente andrà fatto alla in tempo di calciomercato. In che modo, semplicemente con lo scouting. Tutto passa sotto gli occhi di Geoffrey Moncada, capo area scout. Ex Monaco, con il quale ha vinto una Ligue 1 nel quale giocava un certo Kylian Mbappè tesserato dai monegaschi su consiglio proprio di Moncada.

Profilo giovane, ma con una buona esperienza alle spalle. Inizia come analista nel principato, poi in 4 anni diventa capo area scouting e sotto la sua guida arrivano giocatori del calibro di: Sidibé, Ferland Mendy, Keita Baldé, Tielemans e Jovetic tra gli altri. Il suo lavoro viene apprezzato, tanto che nel Dicembre 2018 viene tesserato dal Milan per provare a portare i migliori giovani a Milanello.

Moncada si avvale di 13 scout in giro per il mondo, di cui quattro lavorano in determinate zone, uno in Sud America, tre nel nord-est europeo mentre gli altri sono itineranti. Ed è cosi in grado di riceve un’enorme varietà di feedback su centinaia di ragazzi di varie fasce d’età con particolare attenzione ai minorenni. Nonostante questa situazione di lock-down il suo lavoro non si fermerà di certo potendo contare su varie piattaforme che consentono di vedere partite di qualsiasi campionato.

Vediamo nel dettaglio in quali ruoli il Milan avrebbe bisogno di un rinforzo.

Scouting Milan: rinforzi per la difesa

In porta tutto dipenderà da Gigio Donnarumma, dovesse partire ci sarà bisogno di sostituirlo, ma con i soldi della sua cessione non dovrebbe essere così complicato. Nella linea a 4 il terzino destro e il centrale al fianco di Romagnoli sono i ruoli che necessitano al più presto di un ricambio. Ne Musacchio ne Kjaer sono stati in grado di offrire le giuste garanzie, Leo Duarte con tutta probabilità tornerà in Brasile mentre il giovane Gabbia si è dimostrato un elemento valido ma ancora acerbo. A destra Giampaolo prima, Pioli poi hanno fatto fatica a trovare un profilo adatto. Conti perseguitato da problemi fisici concede molto in fase difensiva, mentre Calabria più difensivo, ha speso avuto momenti di distrazione decisivi.

Scouting Milan: Centrocampo, da valutare le fasce

Dovesse restare Pioli è possibile ipotizzare che il centrocampo resterà a 4. Se in mezzo Kessie e Bennacer sembrerebbero confermati, potrebbe non essere così per le fasce. A destra Castillejo dopo un inizio complicato si è ripreso bene riuscendo a dare un apporto discreto alla manovra offensiva approfittando dello spazio lasciatogli da Suso. Non è però certa la sua permanenza, sembra infatti che diversi club spagnoli abbiano intenzione di assicurarselo con l’Atletico Madrid in testa. Anche l’altra fascia dove gioca Rebic potrebbe vedere un avvicendamento. Il croato è in prestito, e l’Eintracht ha sottoscritto un prestito con obbligo di riscatto a 25 milioni di euro. I rossoneri vorrebbero acquistarlo ma cercheranno di abbassare le pretese dei tedeschi.

Scouting Milan: chi dopo Ibra?

Tutto dipende da Ibrahimovic. Inevitabile, e imponderabile perchè se è vero che Ibra è tornato perchè del tutto convinto di poter dare una mano, è anche vero che percepisce uno stipendio considerevole e va per i 39 anni di età. Dovesse rimanere a quel punto basterebbe affiancargli uno tra Rafael Leao e Calhanoglu. Dovesse andare via, si potrebbe anche pensare di schierare l’ex Lille e il turco insieme acquistando una riserva di livello. In ogni caso al Milan è certo che tante cose cambieranno.

Football Scouting è anche sui social. Metti mi piace alla nostra pagina Facebook e diventa nostro follower su Instagram.