Alla vigilia della sfida contro il Lussemburgo, il CT Paolo Nicolato ha lanciato più di un segnale preoccupante. Le sue dichiarazioni: “C’è tutto da ricostruire e per questo ci vorrà pazienza. Il gruppo è giovane, molti di questi ragazzi non hanno grandi esperienze e quindi avremo bisogno di un po’ più di tempo. In questi giorni ci siamo concentrati su poche cose, non abbiamo inserito troppi concetti in questa fase visto che ci sono molti ragazzi nuovi. Le partite le utilizzeremo per approfondire le conoscenze. Dal punto di vista tattico abbiamo fatto due allenamenti con due sistemi di gioco provati. Oggi decideremo quale soluzione scegliere. Andremo in campo con curiosità, garantisco l’impegno e la volontà dei ragazzi di fare le cose per bene. Mi aspetto difficoltà in questi primi tre mesi. Il problema di dare un percorso ai nostri giovani è reale, noi abbiamo il compito di portare in Nazionale giocatori che hanno maggiore esperienza, però ci manca il bacino da cui scegliere e quindi siamo spesso costretti a prestarci giocatori fra nazionali e questo non è segnale di salute del nostro calcio giovanile. Il Lussemburgo ha già giocato due partite e le ha perse entrambe, ma ci sono 3 punti in palio e non dobbiamo sottovalutare nessuno”