La Cavese, attivissima sul mercato, preleva anche uno dei classe 2000 migliori del panorama dilettantistico: Manuel Marzupio

 

La Cavese è una delle squadre più attive sul mercato di Serie C in questa prima parte della sessione estiva di mercati. Dopo vari importanti colpi già piazzati nei giorni scorsi (Matino, Lulli, El Ouazni e Marzorati), il ds Francesco Lamazza è pronto a contrattualizzare anche Manuel Marzupio. Capitano della Rappresentativa di Serie D all’ultima Viareggio Cup, è da considerarsi come uno dei giovani più promettenti dell’intero panorama dilettantistico italiano.

Secondo quanto appreso in esclusiva dalla nostra redazione il giovane classe 2000 raggiungerà il ritiro di Sturno già nelle prossime ore.

 

UN PASSATO NELL’INTER

 

Marzupio è un difensore centrale proveniente dalla Virtus Bergamo. Formazione militante in Serie D, ha avuto origine dalla fusione tra Alzano Calcio (all’attivo un campionati di Serie B sotto la nomea di Virescit) ed Aurora Seriate avvenuta nell’estate del 2015. Se la società, a discapito del nome, non svolge nè allenamenti nè partite nel territorio cittadino Manuel è invece un vero abitante della Città dei Mille.

A livello di caratteristiche tecniche può essere descritto come un elemento di grande prestanza fisica che garantisce ottima affidabilità ed un modo di stare in campo già da adulto. Non malvagio anche nel giro-palla da dietro, va invece un po’ più in difficoltà negli spazi stretti e nel breve. Ad aiutarlo, in questi anni, è stato il più esperto compagno di reparto Luca Meregalli, con un passato nelle Primavera del Milan al fianco di elementi del calibro di Simone Verdi e Mattia Valoti.

Il giovane millennials ha però una storia passata di non poca importanza. Vanta una lunghissima frequentazione del Settore Giovanile dell’Inter, protrattasi dalla Scuola Calcio fino all’Under17. Il poco spazio trovato nel corso di quella stagione aveva convinto il ragazzo a riavvicinarsi a casa, proprio tra le fila della società bianconera, con cui solleva subito al cielo un titolo di Campione d’Italia Dilettanti (Giugno 2016). Per lui si trattava del secondo Scudetto consecutivo, avendo vinto- seppur non da protagonista- il titolo Giovanissimi Nazionali nella stagione precedente. In quella squadra figuravano talenti del calibro di bomber Merola e di Bettella, giudicato ancora oggi come uno dei migliori prospetti difensivi d’Italia.

 

IL RITORNO AL VIAREGGIO CON VITTORIA

 

Nel corso degli anni gli osservatori nerazzurri comunque hanno tenuto sotto controllo la sua crescita dello stesso Marzupio, mantenendo anche il controllo del suo cartellino. Si era anche scelto di aggregarlo al gruppo della Primavera nello scorso Torneo di Viareggio, peraltro vinto dalla stessa Beneamata grazie ad un gol del sotto età Edoardo Vergani contro la Fiorentina. Tutto ciò non è bastato a convincere la Beneamata a dargli un’altra chance, visto che dallo scorso agosto il suo cartellino è diventato interamente del club orobico.

Ma tutto arriva per chi sa aspettare, ed il treno dei professionisti sembra essere giunto ugualmente. Una bella storia, che insegna a come non si debba mai smettere di inseguire il proprio sogno anche in caso di gravi danni fisici. Manuel si ruppe infattì il legamento crociato proprio nell’anno dell’Under15, che rappresenta il passaggio dalle categorie regionali a quelle nazionali. Una volta rientrato perse posizioni nelle gerarchie dei vari allenatori, ma ora il ragazzo è tornato a sognare il calcio “vero”….