Aprilia, il progetto “a misura di bambino”

Divertirsi sì, ma sempre con la speranza, seppur minima, di poter diventare dei calciatori professionisti. L’Aprilia sta portando avanti un nuovo progetto dedicato ai giovani. L’obiettivo della società laziale è questo: diventare autosufficiente, ovvero senza il compito di cercare eventuali talenti nelle zone limitrofe o nella Capitale. In che modo? Dopo la presentazione al Pineta dei Liberti il programma sta prendendo forma. L’Aprilia Racing Club ed il club La Pelota si uniranno, con l’obiettivo di creare in casa dei talenti da lanciare magari nel professionismo. Un progetto, come detto, che coinvolgerà soprattutto i giovani.

Aprilia, le dichiarazioni di resp. del settore giovanile

Non seguiremo modelli pre-impostati, ma cercheremo di portare avanti il nostro, con i bambini al centro del progetto. E’ un anno che ci stiamo lavorando e la locandina che lo sponsorizza è emblematica. Gli stemmi che si danno una mano fanno capire quello che noi vogliamo fare sul territorio. Stiamo unendo le nostre per fare bene, per avere i calciatori del domani senza dover andare a prenderli da altre società“, ha spiegato Marco Ridolfi, responsabile del settore giovanile. Che ha proseguito così: “Sarà una realtà di forte collaborazione, per dare ai bambini un servizio il più professionale possibile. Vogliamo farli crescere e valorizzare il territorio ed essere fornitori di un calcio di livello. Noi non vogliamo improvvisare, utilizzeremo dei contenuti ben precisi, per creare la nostra Academy“.

Aprilia, le dichiarazioni dal club La Pelota

Il bambino sarà al centro del progetto. La Pelota ha deciso di abbandonare il settore giovanile e di concentrarsi solamente sulla scuola calcio. Abbiamo pensanto di unirci in un matrimonio con il sodalizio di Pezone per far sì che ci sia un progetto che parte da lontano“, ha aggiunto Gian Matteo Salvadori del club La Pelota. Ecco qual è l’obiettivo: “Un polo sarà ad Aprilia (dai 2014 ai 2009) un altro polo sarà al Pineta dei Liberti (2014-2009) mentre la novità riguarderà i ragazzi del 2007 e del 2008 faranno parte della pre-agonistica e formeranno le future squadre Under 14. Cercheremo quindi di formare squadre soltanto con ragazzi della nostra scuola calcio“.

Aprilia, l’intervento del presidente Pezone

Vedendo tutti questi bambini si compensano le amarezze arrivare dalla prima squadra in questa stagione. Io ho investito sull’Aprilia perché credo in un progetto importante ed amplieremo anche le strutture del Quinto Ricci con altri campi, perché vogliamo creare un prodotto nostro. Vorrei squadre giovanili che abbiano forte senso di appartenenza. Magari potrà mancare qualche elemento, però un conto sarà cercarne uno, un altro sarebbe andare a pescare ovunque. Saremo un’unica famiglia, un’unica maglia e ci troveremo tutti insieme a tifare per l’Aprilia, ha concluso emozionato il presidente Pezone.

Fonte immagine principale: Pagina Facebook ufficiale dell’Aprilia