Il Paraguay rimonta gli azzurri e strappa il primo posto ai ragazzi di Nunziata

L’Italia Under 17 esce sconfitta dalla terza sfida del suo Mondiale brasiliano, perdendo in rimonta contro il Paraguay, bravo a strappare il primo posto dalle mani di Panada- unico dei due confermati rispetto alle scorse gare-e compagni. Non tutti i mali, però, potrebbero venire per nuocere in casa azzurra. Con il secondo posto, infatti, i nostri portacolori avranno di fronte l’Ecuador, evitando così il difficile ostacolo Argentina, formazione ricca di talento e campione in carica del Sudamerica.

Al netto dell’ampio turnover per cui ha optato Nunziata l’Italia è parsa mostrare poca lucidità nella fase centrale del match, subendo in maniera quasi sorpresa il ritorno degli avversari. A nulla è valso il tentativo, peraltro abbastanza sterile, di reazione negli ultimi 30′.

LE SCELTE DEGLI ALLENATORI

Il tecnico campano si presenta con 9/11 cambiati rispetto alle prime due sfide, ma anche il Ct paraguaiano Morinigo schiera una formazione sperimentale o quasi rispetto alle prime due uscite. Troppa, probabilmente, la voglia di far riposare e preservare da eventuali squalifiche molti calciatori solitamente titolari.

LA GARA

L’Italia parte a spron battuto e passa dopo soli centoventi secondi: Oristanio replica l’ottimo assist confezionato ad Udogie contro il Messico, servendo una bella punizione-cross sulla testa di Pirola, che batte Gonzalez di testa. I primi venticinque minuti vedono un sostanziale dominio da parte dell’Italia, con gli azzurri che mostrano un ottimo possesso di palla e felici soluzioni di passaggio sempre presenti in ogni circostanza. Poi, all’improvviso, la luce sembra spegnarsi, mentre inizia a scuotersi l’Albirroja, forse spaventata dalla possibilità di perdere il secondo posto a sfavore del Messico. Il primo squillo è dato da una bella iniziativa personale del talento Ovelar (addirittura classe 2004), che dopo essersi bevuto Pirola calcia clamorosamente a lato. Al 34′ è invece Torres a spaventare Rinaldi, colpendo in pieno il palo grazie ad un mancino scagliato dal limite dell’area.

Le due grandi occasioni avute dai sudamericani sono il preludio al gol del pari, arrivato al 37′ grazie a Torres. Bravo l’attaccante dell’Olimpia Asuncion a beffare sotto misura l’intera difesa italiana, apparsa in bambola nel corso dell’intera azione, partita peraltro da un rinvio dal fondo. Ad aiutare il cambio di marcia del Paraguay era stato anche l’ingresso di Presentado, seconda punta entrata al posto di un difensore centrale per aumentare il peso specifico del reparto offensivo. I piani di Morinigo in tal senso, tuttavia, vengono ostacolati da un bruttissimo infortunio subito dallo stesso neoentrato nei secondi finali del primo tempo: bruttissime le sensazioni trasmesse dalle immagini tv, con il ginocchio che pare girarsi da solo nel corso di un contrasto con l’interista Boscolo Chio. Un altro interista, Pirola, scivola poco dopo, concedendo campo libero a Duarte poco prima del duplice fischio del qatariota Al Marri. Solo il palo salva gli azzurri, per la seconda volta in una decina di minuti circa.

L’intervallo, purtroppo, non aiuta Nunziata a correggere le pecche mostrate dai suoi nel finale di tempo. Al 51′ arriva il gol del sorpasso con Quinonez, bravo a beffare una difesa posizionata a castello e troppo ferma sugli sviluppi di un corner con difesa ferma. Gli azzurri, storditi dal nuovo schiaffo, rischiano anche il colpo del ko poco dopo, ma l’ottimo Lopez calcia sull’esterno della rete dopo un’ottima percussione. Gli azzurri, feriti nell’orgoglio, si rialzano e provano a rialzarsi, anche grazie all’ingresso in campo di un Tongya sempre ficcante in fatto di iniziative ed inserimenti tra le maglie della difesa avversaria. Ad eccezione di un paio di tiri di Boscolo Chio, però, l’Italia sembra non essere in grado di impensierire seriamente il bravo portierino classe 2003 Gonzalez.

Finisce quindi 2-1 per il Paraguay, che esce dal campo festante per l’ottima impresa effettuata. Anche se negli Ottavi lo aspetta l’Argentina, una delle favorite…

 

TABELLINO

ITALIA-PARAGUAY 1-2

ITALIA (4-3-1-2) : Rinaldi; Moretti, Riccio, Pirola, Barbieri; Boscolo Chio, Panada (54′ Brentan), Giovane; Capone; Oristanio (54′ Tongya), Arlotti.
A disp.: Gasparini, Molla, Lamanna, Ruggeri, Dalle Mura, Gnonto, Cudrig, Udogie.
All.: Nunziata.

PARAGUAY (4-3-3) : Angel González; Ulises González, Ortiz, Benítez (35′ Presentado, 45′ Acosta), Barrios; Peralta (75′ Viera), Basilio Duarte, Quinoñez; Rodrigo López, Diego Duarte, Ovelar.
A disp.: Antonio González, Aranda, Ocampos, Melgarejo, Noguera, Segovia, Acosta, Torres.
All.: Gustavo Morínigo.

Arbitro: Khamis Al Marri (Qatar).