Escluso dalla lista dei 20 per l’Europeo Under19, deve questa scelta al poco tempo di recupero avuto dopo il Mondiale U20

Salvatore Esposito è, al pari di altri quattro compagni, uno dei depennati dalla lista dei 25 pre-convocati per UEFA Euro Under19. La decisione era stata comunicata due giorni fa nel tardo pomeriggio, quando era stata diramata la rosa dei 20 elementi che avrebbero disputato la competizione in Armenia.

In molti, una volta comunicato l’elenco degli arruolati, si erano sorpresi per l’assenza di quello che è il vero è stato il vero e proprio metronomo del centrocampo azzurro durante il percorso di qualificazione. La scelta sarebbe, stando a quanto appreso in esclusiva dalla nostra redazione, riconducibile al poco riposo che il ragazzo ha osservato dopo il Mondiale Under20, affrontato con molti compagni ed avversari di un anno più anziani che lo circondavano.

Una scelta quindi non riconducibile all’aspetto puramente tecnico, anche perchè il ct Nunziata non ha e non aveva a disposizione nessun altro profilo con caratteristiche simili a quelle del regista nativo di Castellammare di Stabia.

L’allenatore vice Campione d’Europa Under17, in accordo con i coordinatori del lavoro delle Nazionali giovanili, aveva peraltro già evitato di convocare i difensori Bettella e Bellanova, anch’essi presenti al Mondiale stesso, giocatosi in Polonia. L’unico reduce di quella spedizione che prenderà parte anche alla kermesse continentale sarà il portiere Marco Carnesecchi.

Una decisione che forse avrà lasciato un po’ di delusione nel ragazzo. Sui social si era infatti espresso come pronto alla battaglia per un’altra competizione in rappresentanza dell’Italia.

 

ORA IL CHIEVO

Esposito ha comunque un altro importante obiettivo in testa: mettersi in luce nelle prime battute del precampionato del ChievoVerona. Da qualche ora è infatti un nuovo calciatore dei Mussi Volanti, che lo hanno acquisito in prestito dalla Spal. Il ds ds gialloblù Romairone avrà un diritto di riscatto a fine stagione, con gli estensi che potranno esercitare una contro-opzione.

Cresciuto nei settori giovanili di Brescia prima ed Inter poi, ha già avuto un impatto con i professionisti. Nell’ultima stagione ha infatti giocato 14 gare e realizzato un gol tra le fila del Ravenna in Serie C. Nel frattempo, suo fratello Sebastiano (attaccante classe 2002) suda con l’Inter di Conte, sognando un futuro importante…