Giampiero Ventura, ct dell’Italia, nel corso della conferenza stampa alla vigilia del match contro la Macedonia, si è soffermato sull’impiego di nuovi giovani:

Quando abbiamo iniziato due mesi fa si diceva che dovevamo lanciare i giovani e adesso, quando ne inseriamo uno, si parla di rischio enorme. Le cose vanno fatte con gradualità. Ci sono molti giovani interessanti che col lavoro possono diventare estremamente importanti. Altri giovani a breve inizieranno a far parte della famiglia azzurra, ma in tre giorni non si possono ribaltare delle situazioni. In questo momento la priorità è il risultato, c’è la volontà e la consapevolezza di poter fare qualcosa di importante“.