Nel match valido per la terza giornata della Youth League il Napoli di mister Baronio, ha affrontato i pari età del Paris Saint-Germain.

Il Napoli formato europeo si affida alla stessa formazione del campionato, 3-5-1-1 con D’Andrea; Casella, G. Esposito (K), Manzi; Mezzoni, Illuminato, A. Esposito, Micillo, Calvano; Vrakas, Palmieri.

I partenopei partono contratti difatti nel primo tempo, sono i francesi ad avere il controllo del match. I parigini si sono resi pericolosi con  Coulibaly e Yaisien i quali, in più occasioni, hanno messo alla prova D’Andrea con potenti conclusioni da fuori area. Nonostante questo, il primo tempo termina sul punteggio di 0-0, anche grazie alla buona prestazione della retroguardia azzurra.

Nella ripresa, è un altro Napoli. Ciro Palmieri sale in cattedra per far capire che i suoi ci sono, tanti gli scambi con Mezzoni che portano il Napoli a tessere le prime trame offensive. Coulibaly però è in stato di grazia, e al 69’ lascia andare un destro al veleno che D’Andrea toglie letteralmente dall’incrocio. Agli sgoccioli, il match pare confermare il terzo pareggio consecutivo in Youth League per il Napoli. Al 92esimo Sgarbi sfrutta l’ultimo calcio d’angolo a disposizione, incornando di testa, ma trova l’opposizione del portiere francese. Sulla ribattuta Esposito non riesce a mandare la palla in rete. Il match si conclude con il risultato di 0-0.