Gli occhi di tutti i tifosi rossoneri erano puntati sui nuovi acquisti. Da Calhanoglu a Kessie, passando per Musacchio e Rodriguez, ma la scena l’hanno rubata loro, i “baby” Cutrone e Crociata. I due giovani hanno infatti siglato le prime due reti: Cutrone (classe ’98) in apertura di match, Crociata (classe ’97) ad inizio ripresa. Bravi a sfruttare la loro occasione, si sono dimostrati freddi e precisi davanti alla porta.

Le marcature di Sosa e di Gustavo Gomez hanno poi dato proporzioni più ampie al punteggio, in un incontro giocato a bassi ritmi e in cui i nuovi volti in casa rossonera si sono visti pochino. Bene Kessie, sufficiente Musacchio, piuttosto impalpabili Borini, Rodriguez e Calhanoglu, anche se non è certo oggi che vanno giudicati.

Scenario e atmosfera

Lo Stadio di Cornaredo, invero vetusto e poco “performante” (soprattutto se paragonato agli impianti delle altre società professionistiche svizzere), è stato teatro dell’incontro amichevole tra FC Lugano ed AC Milan. L’evento, largamente sponsorizzato in Ticino, ha richiamato oltre 6’500 tifosi, in larga parte simpatizzanti rossoneri. Il ritmo sul campo è stato il riflesso dell’atmosfera sugli spalti. Nonostante il “sold-out”, il tifo è rimasto piuttosto tiepido, ad eccezione di qualche timido ed improvvisato coro lanciato dalle due fazioni e di un paio di accensioni di materiale proibito in Curva Sud.

La (prevedibile) assenza dei gruppi organizzati ha privato lo spettatore “medio” di una parte importante di intrattenimento. La serata è comunque stata piacevole e fuori dall’ordinario: il divario tra le due compagini è palese, tanto a livello di valore economico, sportivo e storico, quanto a livello di tasso tecnico, e la differenza in campo si è vista tutta. Poco male, dato che il pubblico non chiedeva niente di più che una tranquilla serata di Sport. Richiesta a cui entrambe le squadre hanno sicuramente risposto positivamente.

Prossimi appuntamenti

Per le partite con i palio i 3 punti, non bisognerà aspettare ancora molto: una decina di giorni circa per il Lugano (con la prima di campionato a Lucerna), poco di più per il Milan, impegnato nel terzo turno preliminare di Europa League. Cutrone e Crociata, protagonisti questa sera, faranno ancora parlare di sé, ma i tifosi rossoneri aspettano di vedere all’opera “sul serio” i colpi di mercato che hanno rinnovato le ambizioni di una società storica come l’AC Milan.

CLICCA QUI PER LE NOVITA’ SU DONNARUMMA

Articolo scritto da Simone Morandi e Manuele Darni