Riprende la propria corsa in campionato la Juventus di Baldini che si sbarazza senza grossi patemi di un’ Udinese troppo brutta per essere vera. Differenza abissale quella che si è vista nel corso dei novanta minuti di gioco: dopo un giro di orologio è subito Juve con la traversa stampata da Ballarini. Un segnale buono per capire quale direzione prenderà sfida di Vinovo. Al 19′ passano i bianconeri di Torino grazie a Bandeira che concretizza una splendida giocata corale. Spaccati gli equilibri del match la Juve vola sulle ali dell’entusiasmo e attacca a pieno organico. Tra il 26′ e il 28′ Moreno ha due chance per griffare il raddoppio, ma i suoi tentativi con il mancino si spengono non lontano dalla porta friulana. Nel segmento finale di primo tempo si accende la stella di Elia Petrelli che prima invoca un calcio di rigore dopo una trattenuta molto sospetta da parte di Flipiak e due minuti più tardi si libera con il sinistro a giro che lambisce il palo. Quasi senza sapere come l’Udinese traghetta lo svantaggio di misura sino al duplice fischio dell’arbitro, ma l’intervallo restituisce al campo una Juventus letteralmente spietata: pronti via e al 50′ show di Petrelli e assist al bacio per Fagioli che supera agilmente Gasparini con il tocco che vale il 2-0. In un fazzoletto di cinque minuti cala definitivamente il sipario sulla sfida: Moreno appoggia in porta il pallone del tris raccogliendo una ribattuta sul precedente tentativo di Petrelli. Un giro d’orologio e per l’Udinese è notte fonda con il cartellino a rosso sventolato nei confronti di Oviszach, reo di aver colpito Capellini a palla lontana. A questo punto per la Juve, la strada è completamente in discesa e nel finale ecco i sigilli di Portanova (ispirato da Pinelli) e trenta seconda più tardi break juventino sul possesso dell’Udinese e Francoforte completa la festa calando il pokerissimo.

Juventus-Udinese 5-0

Juventus (4-3-3) – Israel; Bandeira, Capellini, Gozzi (66′ Boloca), Anzolin; Morrone (66′ Leone), Portanova, Nicolussi Caviglia (82′ Francofonte); Fagioli (66′ Monzialo), Petrelli, Moreno (79′ Pinelli).
A disposizione: Loria, Makoun, Francofonte, Di Francesco, Markovic, Frederiksen, Tongya, Meneghini. All. Baldini.

Udinese (4-4-1-1) – Gasparini; Ballarini, Ermacora (52′ Zanolla), Gkertsos, Filipiak, Mazzolo, Bocic (66′ Ilic), Battistella (82′ Beak), Compagnon (66′ Comisso), Oviszach, Lirussi (66′ Comisso).
A disposizione:  Crespi, Ndreu, Pecos Melo, Donadello, Beak, Kubala, Samotti, Parpinel. All. Sassarini.

Marcatori: 19′ Bandeira, 50′ Petrelli, 54′ Moreno, 84′ Portanova, 85′ Francofonte

Note: ammonito Nicolussi (J), espulso Oviszach (U)

Arbitro: Pashuku di Albano Laziale