fonte: Wikiscout

Tara i prodotti della rigogliosa primavera nerazzurra, non possiamo non tenere d’occhio Andrea Adorante.
Questo centravanti italiano classe 2000 si sta confermando una certezza, assieme a Salcedo, nel complicato inizio di stagione dei ragazzi di Mister Armando Madonna, grazie alle 6 marcature messe a segno in 8 presenze.

Adorante è stato impiegato prevalentemente come prima punta, con Salcedo, Colidio, Gavioli e Mulattieri ad alternarsi alle sue spalle, eppure, nonostante i suoi 184 cm di altezza, si è dimostrato non già una torre d’area vecchio stile, bensì un centravanti moderno, mobile, capace all’occorrenza di scivolare sugli esterni e di spaziare lungo tutto il fronte d’attacco.

Il talentino ha saputo raccogliere la pesante eredità lasciata in primavera da Bonazzoli prima e da Pinamonti poi. Anche per questo l’Inter dovrà puntare su di lui, magari facendogli fare esperienza in prestito ma tenendo presente di avere a disposizione un ottimo prospetto.