A partire dalla prossima stagione, Emiliano Bigica non sarà più l’allenatore della Fiorentina Primavera. La società ha reso nota la notizia, specificando che si tratta di una scelta effettuata di comune accordo con il mister. Continua dunque la rivoluzione che sta investendo il futuro della società gigliata, dopo l’addio di Matteo Fazzini come tecnico dell’Under-17 e quello di Vincenzo Vergine, ormai ex coordinatore del vivaio viola.

Emiliano Bigica: i nomi dei probabili successori

La motivazione che ha mosso il tecnico barese a lasciare la panchina è data dalla voglia di confrontarsi con il calcio professionistico, dopo gli ottimi risultati ottenuti alla guida della formazione Primavera viola. In tre anni, infatti, Bigica ha raggiunto quattro finali, vincendo anche una Coppa Italia.

Intanto la società di Rocco Commisso sta sfruttando questo periodo in cui non si gioca a causa del Coronavirus, per programmare al meglio anche il futuro del settore giovanile. Sono partite dunque le ricerche per individuare il sostituto di Bigica, ma ancora non è stato scelto un profilo. Tra i candidati più accreditati, secondo Firenzeviola.it, ci sarebbero due ex come Alberto Gilardino e Alberto Aquilani. Il Campione del Mondo, attualmente sulla panchina della Pro Vercelli, riabbraccerebbe volentieri Firenze, città che lo ama e in cui ha anche casa. Il legame con la piazza potrebbe giocare un ruolo importante nella trattativa, così come quello con il ds viola Daniele Pradè e il direttore tecnico Dario Dainelli. In ottimi rapporti con la società è anche Aquilani, già tesserato della Fiorentina come collaboratore tecnico di Iachini. L’ex centrocampista accetterebbe di buon grado il ruolo alla guida della Primavera nella stessa società in cui ha allenato anche l’Under-18.

Successori Emiliano Bigica: gli outsider

Restando in tema di soluzioni interne, non sono da sottovalutare neanche le chances di Marco Donadel, attuale tecnico dell’Under-16 e di Renato Buso, mister dell’Under-18 che ha già allenato la Primavera viola in passato. Per avere indicazioni più chiare, bisognerà però attendere di conoscere quale sarà il futuro del responsabile del settore giovanile, Valentino Angeloni, e di Gianluca Comotto, attuale capo scouting.