Lezione suggestiva questa mattina per gli allievi del corso per ‘Allenatore professionista di seconda categoria-UEFA A’. È infatti salito in cattedra a Coverciano il tecnico che ha guidato l’Empoli alla promozione in Serie A durante la stagione appena conclusa: Aurelio Andreazzoli.

Il tecnico empolese ha esposto le sue teorie e si è confrontato con i colleghi che stanno seguendo il corso, tra cui vi sono molti nomi noti del calcio italiano: dall’ex attaccante di Empoli e Lazio, Tommaso Rocchi, agli ex milanisti, Nelson Dida e Serginho.

Il corso UEFA A rappresenta il secondo massimo livello di formazione per allenatori riconosciuto dalla FIGC e abilita – in caso di esito positivo degli esami finali – a poter guidare tutte le squadre giovanili e le prime squadre fino alla Serie C inclusa

Inoltre, con la modifica appena apportata al regolamento del Settore Tecnico, la qualifica UEFA A è requisito indispensabile anche per guidare i due massimi campionati femminili, ovvero Serie A e Serie B (per quel che riguarda il secondo campionato, l’obbligo entrerà in vigore a partire dalla stagione 2020/2021).

Di seguito, l’elenco completo degli allievi ammessi a seguire le 192 ore di lezione

Jose Ignacio Alvarez Castillo, Nicola Ascoli, Simone Baroncelli, Gianpaolo Bellini, Andrea Bernini, Giuseppe Biava, Patrizio Billio, Alessandro Biscotti, Manuele Blasi, Emiliano Bonazzoli, Dagoberto Carbone, Fabio Caserta, Claudio Castaldi, Massimo Catalfamo, Luigi Consonni, Simone Contran, Manuel Coppola, Carlo Cornacchia, Gianni Domenico D’Amore, Federica D’Astolfo, Severo Fortunato De Felice, Nelson De Jesus Silva (Dida), Michele De Masi, Luca Diddi, Claudio Sergio Dos Santos, Gaetano Fanelli, Antonio Finamore, Valerio Fiori, Mauro Fumagalli, Luca Fusco, Domenico Giampà, Ciro Ginestra, Claudio Grauso, Roberto Guana, Nicoletta Mazza, Francesco Antonio Modesto, Barbara Nardi, Maurizio Panarello, Francesco Parravicini, Giulio Peruzzi, Roberto Piuzzi, Cristian Raimondi, Tommaso Rocchi, Giuseppe Saladino, Alessandro Sandreani, Vincenzo Sasso, Corrado Scintu, Alessandro Sgrigna, Andrea Soncin, Francesco Talarico, Giuseppe Vaccariello e Simona Zani.