Giuseppe Ursino, direttore sportivo del Crotone, ha rilasciato un’intervista in esclusiva ai microfoni di Footballscouting.it. Di seguito sono riportate le sue parole.

Obiettivi Primavera

L’obiettivo della nostra formazione primavera è quello di entrare nei playoff scudetto per accedere alla massima serie (il Crotone è il Primavera 2, ndr). Dobbiamo sempre puntare al massimo, quindi anche quest’anno cercheremo di raggiungere impoortanti risultati“.

Sul mercato della Primavera

Ci sono già trattative in corso, alla formazione di mister Moschella manca soprattutto un difensore centrale, per il resto è completa in ogni reparto. Se c’è l’occasione di migliorarla ancora, sicuramente lo faremo“.

Su Tripicchio, reduce dall’esperienza alla Casertana della scorsa stagione

Deve cercare la squadra giusta per lui. È un calciatore molto bravo sul piano tecnico, ma deve giocare. Troveremo una squadra che gli dia fiducia, almeno a inizio stagione deve essere schierato da titolare. A Crotone non c’è ancora spazio per lui, in prima squadra siamo coperti per quel ruolo, al 100% lo cederemo in prestito anche quest’anno“.

Sul mercato rossoblù in generale

“È forte l’interessamento di molte squadre italiane per Nalini, su tutte il Chievo Verona, ma al momento non abbiamo concluso niente. Su Ceccherini c’è un mezzo interessamento della Fiorentina e della Spal e probabilmente è destinato a partire a determinate condizioni. È un giocatore importante e di squadra medio-alta, quindi se si presenterà l’occasione di cederlo, lo faremo. Per Martella in uscita e Tonucci (Foggia, ndr) in entrata non c’è assolutamente nulla“.

Sul caso deferimento del Chievo

Noi certamente aspettiamo senza essere impreparati. Gli elementi sono stati individuati, ma aspetteremo per completare le operazioni di mercato. Spero facciano le cose per bene, il calcio italiano ha bisogno di pulizia, poi se il Crotone sarà in serie A è giusto che debba giocarci. È una squadra che di regola dovrebbe essere in massima serie, ma purtroppo ci sono state determinate situazioni. Se disputeremo la serie B, sicuramente i rossoblù saranno protagonisti. Obiettivo minimo? Di certo i playoff“.

Articolo e intervista a cura di Elio Barrella