di Valerio Calabrese

Primo match del Campionato Primavera 1 19/20 tra Sassuolo e Lazio. Squadre che vengono da percorsi diversi nelle passate stagioni: i biancocelesti dopo aver trascorso il precedente campionato nella serie 2 del torneo Primavera sono riusciti a salire nel campionato 1, mentre gli emiliani dopo un’annata complicata hanno raggiunto la salvezza nel campionato 1 di Primavera solo nella fase finale della stagione.

Campionato Primavera 1: Sassuolo-Lazio, il match

Il Sassuolo si presenta con un 4-3-3, mentre la Lazio schiera un assetto pari a un 3-5-2 con il fuori quota Minala titolare nel centrocampo.

L’inizio del match è sostanzialmente basato su atteggiamenti diversi dove il Sassuolo cerca di costruire le azioni mentre la Lazio accentua sempre di più il pressing sugli avversari. I primi 10 minuti di gioco scorrono senza particolari occasioni.

 

Con il passare del tempo le due squadre cercano entrambe di imporre il primo gioco: la Lazio cerca i lanci lunghi verso gli attaccanti, mentre i neroverdi prediligono un gioco basato sulla palla a terra. Al 18’ Manzari cerca uno spiraglio con un ingresso in area effettuando un cross che però viene intercettato senza problemifinendo in calcio d’angolo.

 

Al 20’ Nimmemeer viene lanciato in porta con un ottimo assist. L’attaccante seppur contrastato riesce a tirare in porta, ma la conclusione viene parata.

Primo cartellino giallo della partita viene mostrato a Manzari, dalla quale nasce una buona punizione per la Lazio dalla trequarti ma senza alcun risvoltò.

Al 24’ Falbo, dopo un fraseggio tira verso la porta ma Pilati intercetta il pallone al limite dell’area di rigore con la mano: punizione è giallo per il difensore. Minala prova la soluzione sul palo del portiere senza però creare particolare pensieri a Turati.

 

La Lazio inizia a prendere il gioco in mano e inizia a creare un paio di occasioni tutte provenienti dalla parte sinistra del campo entrambe vedono protagonista Cerbara.

Al 37’ c’è la prima svolta della partita: punizione dalla sinistra per la Lazio, palla sul secondo palo e Cerbara stacca su tutti e mette il pallone in rete.

Tre minuti più tardi cartellino giallo per Kalaj che scaturisce una punizione per il Sassuolo sulla destra: pallone pericoloso in area di rigore che successivamente finisce sul fondo. Al 44’ il direttore di gara annulla quasi immediatamente un goal per è evidente fuorigioco al Sassuolo.

All’ultimo minuto disponibile del primo tempo i padroni di casa trovano il pareggio: assist di Manziari che lancia Pellegrini verso l’area di rigore, il quale nonostante la pressante marcatura riesce a fornire una palla ben tagliata al centro che Mattioli deve solo appoggiare in porta.

 

La ripresa inizia subito con grande scintille: la Lazio si riporta in vantaggio grazie a Cerbara, il quale sfrutta un bellissimo velo di Nimmermeer che smarca l’attaccante e lo manda diretto al gol.

La partita inizia ad entrare nel vivo e i giocatori iniziano ad accusare i primi crampi, e per tale motivo iniziano le prime sostituzioni. Tra le prime arriva l’ingresso di Zilli su Nimeermeer.

Il Sassuolo spinge e trova il pareggio. Il pressing della squadra di casa porta Manziari in area di rigore che contrastato in modo falloso dalla difesa laziale porta l’arbitro a indicare il dischetto. Lo stesso Manziari stabilisce la parità dagli 11 metri. La Lazio riprende coraggio e rientra immediatamente in partita. Alzando nuovamente i ritmi fa intendere la sue intenzioni di voler vincere il match.

 

Al minuto 81 si concretizza l’ennesimo vantaggio dei biancocelesti: da calcio d’angolo il neo entrato Franco stacca più in alto di tutti e colpendo di testa riporta la Lazio in vantaggio. 

 

La reazione del Sassuolo si fa sentire a più riprese, in particolare con Odei come fatto già più volte nel match ogni volta che è andato in svantaggio. Il portiere Alia è impegnato più volte a difendere i pali della squadra romana e alla fine riuscirà a mantenere inviolata la porta fino alla fine del match che si concretizza dopo 5 minuti di recupero. Finisce con il risultato di 3-2 per la Lazio.