TORINO INTER PRIMAVERA – PRIMO TEMPO

Tra i più interessanti match che offre la tredicesima giornata del Campionato Primavera 1 (l’ultima del 2018) c’è sicuramente Torino-Inter, con i granata che puntano a raggiungere momentaneamente l’Atalanta al primo posto in classifica, ed i nerazzurri che invece vogliono continuare a dire la loro in zona playoff. La partita si mette subito in discesa per la squadra allenata da Coppitelli, grazie al ventesimo gol stagionale di Vincenzo Millico che, al 9′, batte Tintori con un potente mancino calciato all’interno dell’area di rigore. L’equilibrio viene alterato e i ritmi diventano subito frenetici, con Salcedo che, al 16′, spreca una grande occasione per l’1-1, ma il suo tiro con la porta praticamente sguarnita termina alto. I nerazzurri cercano di alzare il baricentro, ma l’ottima organizzazione del Torino è un ostacolo alla pericolosità della manovra dei ragazzi di Madonna. Al 40′ il Toro sfiora il raddoppio con un tiro-cross del solito Millico che termina la propria corsa sulla traversa.

TORINO INTER PRIMAVERA – SECONDO TEMPO

Nella ripresa l’Inter ha una nuova opportunità per riportare la gara in equilibrio ma, così come nel primo tempo, i nerazzurri sprecano: al 51′ è Persyn a non saper indirizzare in porta un tiro di controbalzo da posizione favorevole. La legge più antica del calcio non sbaglia e, due minuti dopo, trovano il raddoppio con De Angelis, molto abile ad inserirsi in area e fulminare Tintori con un ottimo diagonale. I giochi si chiudono al 61′ quando, su un’errata valutazione di un rimbalzo da parte di Rizzo (prova da dimenticare la sua), l’ottimo Rauti si invola a tu per tu con il portiere avversario, non fallendo l’appuntamento con il gol. Rete meritata quella del numero nove granata, il cui lavoro per la squadra è sempre encomiabile. L’Inter scompare dal campo, i nerazzurri mostrano poche idee ma soprattutto arrendevolezza. Il flirt con il 4-0 persiste fino al 93′, con Djoulou che sfrutta gli ampi spazi disponibili e, al termine di un’azione personale, batte Tintori.

Torino vincente e convincente, Inter che, in vista del nuovo anno, dovrà lavorare per fare in modo che la sconfitta odierna resti solo un brutto ricordo.