Si è giocata stamattina alle 11, allo stadio Tre Fontane di Roma, la gara tra Roma e Napoli valevole per la 19° giornata del Campionato Primavera 1. Le due squadre arrivano al match con posizioni opposte di classifica. I giallorossi di De Rossi, sono quarti a 35 punti mentre gli azzurri di mister Baronio è esattamente 10 punti dietro al settimo posto. Il match d’andata ha visto una travolgente vittoria dei giallorossi, usciti vincitori dalla gara per 4-0.

 

PRIMO TEMPO

Partita subito bellissima con la Roma che impone il suo gioco e il Napoli che prova a ripartire. Al 3′ minuto pericolosissimo Celar che con una gran girata in area su cross di Riccardi, mette alla prova D’Andrea, il quale si rivela fondamentale alzando la palla sopra la traversa. Occasione giallorossa che fa da preludio al gol del 8′ minuto. Cross dalla sinistra di Greco che pesca in area Celar il quale anticipa l’uscita di D’Andrea e insacca. Roma che chiude gli avversari nella loro metà campo e al 12′ minuto va vicinissima al raddoppio con Parodi che crossa dietro per l’accorrente Pezzella il quale calcia e trova una grande parata di D’Andrea. Al 19′ minuto però, la Roma trova il secondo gol con Cangiano che, su cross di D’Orazio dalla destra,colpisce in torsione e batte D’Andrea per il secondo gol dei giallorossi.

I partenopei hanno la prima occasione al 23′ minuto e sono subito pericolosissimi con il solito Gaetano che stoppa una palla in area e nonostante la stretta marcatura degli avversari, scaglia un destro a giro che scheggia il palo. Al 26′ minuto, ammonizione per Parodi che blocca Sgarbi lanciato in porta. Sulla punizione seguente, Gaetano calcia liftato in maniera perfetta e trova l’incrocio dei pali per il gol che vale il 2-1. Al 42′ la Roma va di nuovo vicina al gol con Coccia che devia di testa un cross di Riccardi, ma trova D’Andrea sulla traiettoria. Coccia stesso però, si rifà al 46′ minuto e porta il risultato sul 3-1. Cross di Pezzella, da calcio d’angolo, che trova l’esordiente Coccia il quale anticipa la difesa e colpisce a rete. Finisce così un primo tempo spettacolare e pieno di emozioni sul risultato di 3-1 per i giallorossi sugli azzurri.

SECONDO TEMPO

Secondo tempo, che a differenza del primo, inizia a ritmi più blandi. La Roma tenta di amministrare il doppio vantaggio e il Napoli prova ad affacciarsi nell’area giallorossa sfruttando contropiedi e azioni corali.                           Al 58’minuto, D’Orazio pressa alto Esposito e dopo avergli scippato la palla mette in mezzo per Celar che insacca il gol che vale il 4-1 per la Roma e la doppietta personale per il giovane bomber sloveno. Ancora la Roma ci prova al 64′ minuto con Cangiano che rientra in area e prova il tiro con il destro, ma trova Zanoli che ribatte e salva i suoi. Al 65′ minuto, Baronio tenta di cambiare in qualche modo le sorti del match ed effettua un doppio cambio: escono Sgarbi e Mamas, dentro Bertoli e Lovisa. Il Napoli prova ad affacciarsi nella metà campo giallorossa ma non trova sbocchi vista l’attenzione della squadra di De Rossi.

Al 72′ un altro doppio cambio per il Napoli: escono Palmieri e Mezzoni, entrano Negro e Labriola, con il mister che prova il tutto per tutto passando dal 3-4-1-2 al 4-2-4. Il cambio di modulo produce subito una grande occasione per il neo entrato Negro che prova a concludere con la punta ma trova la parata in uscita bassa di Fuzato. Al 76′ doppio cambio anche per De Rossi che sostituisce Coccia e Cangiano per Simonetti e Santese. Ancora la Roma vicina al gol, al 80′ minuto, con Celar che trova l’incredibile parata di D’Andrea che riesce a fermare sulla linea di porta il tiro a botta sicura del bomber. Al 82′ minuto la Roma cala il pokerissimo con il gol di Greco che sfrutta un cross dalla destra di Riccardi e anticipa l’uscita di D’Andrea insaccando in rete. Partita che ormai non ha nulla più da raccontare.

Girandola di cambi tra il minuto 83′ e il minuto 85′: per il Napoli, fuori Zanon, dentro Casella; per la Roma escono Riccardi e Celar, entrano Sdaigui e Bucri. Ammonito di Greco al 88′ minuto. Ancora un cambio per la Roma: esce Parodi, entra Nigro. Il Napoli, nel finale, ha un occasione su calcio di punizione, ma il tiro insidioso di Labriola non sorprende Furzato che respinge. Ammonito Senese per una trattenuta su Bucri sul finire del match.

Finisce sul 5-1 per i ragazzi di De Rossi, una partita che non ha avuto storia. La Roma infatti ha dominato in lungo e in largo il match, concedendo al Napoli davvero molto poco. Unico uomo pericoloso Gaetano che, purtroppo per lui però, non è bastato. Ennesima grande prova dei giallorossi che superano momentaneamente il Torino, impegnato alle 13 nel derby della Mole contro la Juventus. Da segnalare il 22esimo gol di Zan Celar in sole 16 partite giocate. Lo sloveno sembra l’unico capace di tenere il passo di Millico.

ROMA-NAPOLI: IL TABELLINO DEL MATCH

AS ROMA (4-3-3) : Fuzato; Parodi, Trasciani, Coccia, Semeraro; Riccardi, Pezzella, Greco J.; D’Orazio, Celar, Cangiano.
A disposizione: Zamarion, Cardinali, Santese, Nigro, Simonetti, Chierico, Sdaigui, Besuijen, Bucri, Silipo, Estrella.
Allenatore: De Rossi.
SSC NAPOLI (3-4-1-2) : D’Andrea, Zanoli, Zanon, D’Alessandro, Esposito, Senese, Mazzoni, Mamas, Palmieri, Gaetano, Sgarbi.
A disposizione: Piai, Casella, Perini, Manzi, Lovisa, Vrakas, Labriola, Negro, Bertoli.
Allenatore: Baronio.

Arbitro: Sig. Davide Miele di Torino.
Assistenti: Sig. Alessandro Pacifico di Taranto e Sig. Andrea Zaninetti di Voghera.

Marcatori: 9′ Celar, 19′ Cangiano, 28′ Gaetano, 45’+2′ Coccia, 58′ Celar, 82′ Greco J.

Ammoniti: 26′ Parodi, 87′ Labriola, 90’+1′ Senese.