Torna la Primavera Tim Cup gli ottavi di finale. Oggi si parte con Atalanta-Perugia al Centro Sportivo di Zingonia. I padroni di casa, che partono sicuramente favoriti nella sfida, occupano attualmente il primo posto nel Campionato Primavera 1; al contrario gli ospiti sono relegati sul fondo della graudatoria del secondo gruppone. Entrambe le squadre arrivano però volgiose di passare il turno e dare possibilità alle rispettive società di guadagnare l’ambito premio.

FORMAZIONI

ATALANTA: Ndiaye, Corna, Girgi, Del Prato, Okoli, Bencivenga, Traore, Da Riva, Babbi, Kulusevski, Pina Gomes. A Disp. Carnesecchi, Zortea, Brogni, Guth, Capanna, Kobacki, Colpani, Peli, Cambiaghi, Piccoli. All. Brambilla.

PERUGIA: Bocci, Laborie, Martinelli, Settimi, Stramaccioni, Pietrangeli, Ranocchia, F. Barbarossa, A. Barbarossa, Cavaliere, Orlandi. A Disp. Guerri, Ndir, Giordano, Santini, Righetti, Vagnoni, Battistelli, Romani, Metelli, Trawally, Bagnolo, Odisgelidze. All. Pagliari.

Primo Tempo

L’Atalanta si fa da subito pericolosa, con le occasioni che fioccano già dai primissimi minuti: la coppia Kulusevski-Traore si rene pericolosa al 6′, con la difesa ospite brava a spazzare; un minuto più tardi Babbi tenta il tiro verso la porta, ma ancora una volta la difesa avversaria ribatte in angolo.

Il gol dell’Atalanta non si fa attendere e al 24′, dopo il tiro di Babbi, arriva la rete nerazzurra con Del Prato, che si fa trovare pronto sulla respinta corta di Bocci e ribadisce in porta. Il raddoppio arriva sei minuti più tardi: Pina Gomes sale sulla fascia sinistra e, dopo esser stato ottimamente servito da un compagno, segna la rete del momentaneo doppio vantaggio bergamasco.

La squadra di Brambilla continua a creare occasioni, ma, un po’ per scarso cinismo e un po’ per sfortuna, non riesce a dilagare. Nonostante le occasioni create da Traore, che calcia a lato, e Kulusevski, che viene murato dal compagno sulla riga di porta, il primo tempo si conclude con il risultato fermo sul 2-0

Secondo Tempo

Anche il secondo tempo è a senso unico, con la squadra di casa che continua a spingere e in 4 minuti trova altre due reti: prima il numero 5 Okoli segna la rete del 3-0, poi Traore allunga in mezzo alla nebbia di Zingonia e porta gli orobici sul 4-0. Secondo tempo che vede l’assoluto dominio nerazzurro con il Perugia che risente della notevole differenza di tecnica. La partita finisce con un finale di secondo tempo con ritmi molto compassati e con i giocatori immersi tra la nebbia. Per l’Atalanta, che si qualifica ai quarti di finale, missione compiuta senza nemmeno faticare troppo. Per il Perugia invece, troppa la differenza tecnica con la squadra bergamasca.