Premiato come il migliore delle Final Six tra Sassuolo e Parma, Dejan Kulusevski è riuscito ad attirare le attenzioni da parte di un club che milita nel Campionato di Serie A. Il fantasista classe 2000 di proprietà dell’Atalanta può vantare l’esordio nella massima serie, raggiunta il 20 gennaio nella sfida esterna contro il Frosinone al termine della quale è riuscito ad ottenere complimenti dagli addetti ai lavori e da mister Gasperini.

Vi avevamo già parlato di lui, raccontandovi il suo passato e descrivendo dettagliatamente le sue abilità tecniche (LEGGI QUI). Iniziò tutto da un vicino di casa: “Avevo 5 anni, mi vide giocare e disse a mia madre che avevo il talento per fare il calciatore“. E la profezia è stata rispettata. Certo, c’è ancora molta strada da percorrere. Ma anche gli apprezzamenti del tecnico nerazzurro fanno ben sperare: “Ha qualità, forza atletica e resistenza“. D’altronde Gasp non lo ha mai sottovalutato e gli ha sempre riservato fiducia. E la linea dettata da Maurizio Costanzi, Responsabile del Settore Giovanile della Dea, è sempre stata piuttosto chiara: “Andiamo a cercare talenti nei paesi minori, poi svolgiamo una ricerca mondiale tramite gli eventi“. La società bergamasca riuscì ad acquisire le sue prestazioni sportive sottraendolo all’Arsenal per 100mila euro.

Un club di Serie A su Dejan Kulusevski

Ora per lui potrebbe aprirsi una nuova porta in Serie A, un nuova avventura da vivere magari come protagonista. Secondo quando riportato da Nicolò Schira, giornalista de La Gazzetta dello Sport, il Torino avrebbe messo gli occhi su Kulusevski: il talentino piace molto a mister Mazzarri, che ha riferito immediatamente al presidente Cairo il grande interesse nei confronti del ragazzo. Nelle prossime settimane potrebbero esserci novità in tale direzione: il futuro di Dejan potrebbe tingersi di granata.