Il momento è arrivato, le perplessità sull’esborso economico fatto dalla Juventus per Paulo Dybala potrebbero affievolirsi fino a scomparire se il ragazzo metterà in pratica il suo repertorio in questa partite. L’occasione è troppo ghiotta per lasciarsela sfuggire, l’infortunio riportato da Mario Mandzukic, fuori per almeno 20 giorni, concederà la titolarità all’attaccante argentino nelle prossime tre partite. Primo banco di prova il Frosinone, domani sera. Probabilmente La Joya agirà da esterno sinistro nel nuovo 4-3-3 schierato da Allegri, ma non è da escludere un suo impiego al centro dall’attacco con Pereyra e Cuadrado che agiranno da supporto.

Punti interrogativi che possono tramutarsi in certezze. Questo deve diventare Paulo Dybala per la Juventus, pagato 32 milioni di euro più otto di bonus, il talento di Laguna Larga fino ad ora ha alternato giocate brillanti a prestazioni sottotono, dovute in parte alla partenza non esattamente sprint dei bianconeri. Ma quello che è accaduto fino ad ora è relativo, resettare deve essere la parola d’ordine, ripartire da zero l’incipit. I tifosi della Juventus si aspettano tanto dal ragazzo con la 21 sulle spalle, quel numero pesa, ma la personalità non manca. Ora si vedrà di che pasta è fatto, se il potenziale si trasformerà in qualcosa di concreto, pronto a prendersi la responsabilità affidatagli e portare la squadra bianconera nelle zone della classifica più consone al club.