Fonte: InfoToro

Missione compiuta: il Torino Primavera allenato da Moreno Longo ha centrato il suo vero obiettivo stagionale qualificandosi come un anno fa alla Final Eight scudetto. Decisivo il successo di misura sull’Entella, che tutto sommato era abbastanza preventivabile, con il marchio di Morra (bella conclusione con palla sul secondo palo) unito alla sconfitta pesante dello Spezia contro la Pro Vercelli, con i liguri umiliati 7-1. Sofferenza nella ripresa perché dopo pochi minuti Thiao è stato espulso per aver, secondo l’arbitro, in un contrasto aereo colpito con una gomitata un avversario. Lo stesso metro però l’arbitro non l’ha usato per due netti falli nell’area ligure, anche se tutto sommato la sofferenza non è stata eccessiva. E al fischio finale a Venaria è esplosa la festa, in attesa di concentrarsi sulla fase finale.

Torino: Zaccagno; Troiani, Fissore, Mantovani, Procopio; Thiao, Zenuni, Danza; Morra (47’ st Bonifazi), Lescano (8’ st Lenoci), Rosso (41’ st Debeljuh).
A disposizione: Bambino, Montefalcone, Bonifazi, Dalmasso, Pinton, Lenoci, Edera, , Martino, Sallustio.
Allenatore: Longo.

Virtus Entella: Ayoub; Pellizzari, Stefanelli, Gerli, Ferrante, Cardore (8’ st Dipaola), Baldanzeddu (30’ st Coppola), Zottino (30’ st Paliaga), Crivaro, Otin Lafuente, Keita.
A disposizione: Carlucci, Negro, Oneto, Nardo, Sene Pape, Rivara, Cirrincione, Ahmed Kadi, Borrero.

Arbitro:  Maggioni di Lecco.