La I Sezione del Tribunale nazionale antidoping, nel procedimento disciplinare a carico dell’atleta Lorenzo Di Livio (tesserato Figc), lo ha squalificato per cinque mesi, a decorrere da oggi e con scadenza al 23 ottobre 2017 e condanna l’atleta al pagamento delle spese del procedimento di 378 euro. Lorenzo Di Livio, 20enne centrocampista della Roma in prestito alla Ternana , era risultato positivo per ‘Thc metabolita Dl’, a un controllo Nado Italia il 6 maggio scorso, dopo la partita del campionato di serie B, Vicenza-Ternana (squadra in cui militava). Il giocatore era stato sospeso in via cautelare dalla I Sezione del Tribunale nazionale antidoping, che aveva accolto la richiesta della Procura antidoping. Successivamente il calciatore aveva rifiutato le controanalisi, chiedendo di essere ascoltato prima possibile.

Di Livio dunque salterà i primi due mesi di campionato, un problema in più per mister Maurizi che puntava molto sul giovane centrocampista